Poesia di Giusy Del Vento

Da quando te ne sei andato
Non ho un attimo di respiro
i giorni sono pieni, dimentico
anche di mangiare, di dormire a volte
Resto
seduta per ore e
tengo stretto fra le ginocchia
il tuo silenzio
Per pulirlo, lo renderò
brillante come un faro
Ho bisogno di luce
tu lo sai
per leggere vivere scrivere
anche per morire
Per quanto mi impegni comunque
non sarà mai
il sole della tua presenza
Allora non te lo dico
non serve.
Per questo lavoro mal riuscito
accuserò l’inverno
le mani stanche, lo straccio logoro

Giusy Del Vento © tutti i diritti riservati

    2 comments

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    you may like this post

    Style Selector

    Colors

    Layout Style

    Patterns for Boxed Version

    Images for Boxed Version