Nella mia selva sgomenta la tigre

In ogni selva c’è una tigre che sgomenta, che fa sentire il suo ruggito, che altera il caos della selva in cui vive: nella mia selva la poesia è la tigre, una creatura tormentata e forte, che si lecca le ferite per ricordarne il sapore e sono proprio queste che creano il suo particolare manto a strisce.

Sono fiera… di annunciare l’uscita della silloge poetica “Nella mia selva sgomenta la tigre”. Da oggi potete acquistarla in formato e-book o prenotarla in formato cartaceo.

Grazie a Le Mezzelane Casa Editrice, grazie a Giaia Cicaloni per la copertina carica di emozioni. Grazie a Simone Santi per la stupenda prefazione.

Estratto dalla prefazione

Già nel suo incipit Moka ci invita ad entrare nella “sua” selva, luogo che è già un “dove” letterario col suo carico di suggestive evocazioni dantesche, e al contempo e in senso più letterale che allegorico un “dove” interiore, all’interno del quale la poetessa traduce in espressione artistica il suo particolare “vedere” e “sentire” riguardo sé stessa e il mondo che la circonda.
La selva è natura che cresce senza limiti, senza più misura né ordine e privata di una cura sapiente, dove i sentieri restano nascosti nell’intrico delle radici e i rami impediscono la bellezza e la giustizia della luce e con essa la possibilità della vita stessa. Moka ci accompagna a vedere i vizi oziosi e i frutti aspri della violenza e della ipocrisia di questa selva, cresciuta nei nostri giorni di “umana incomprensione”, e lo fa non ponendosi mai da una prospettiva separata, né mai con l’utilizzare accenti di moralistico distacco (pur testimoniando di possedere un forte senso morale); al contrario il suo racconto la pone sempre al centro della scena, si fa vita vissuta (Nel corpo c’è un dolore), al punto da divenire questo un elemento peculiare e costante della sua poetica che riunisce nella stessa intenzione tanto il talento quanto il temperamento, l’ispirazione e la vita.

 

Style Selector

Colors

Layout Style

Patterns for Boxed Version

Images for Boxed Version