IL CHRISMON E GLI ANGELI CADUTI

“Il Chrismon e gli angeli caduti” è uno strepitoso romanzo fantasy, che è impossibile non amare alla follia. La Terra è sotto il dominio di un’oligarchia corrotta, che si libera della popolazione inviandola su altri pianeti, successivamente ad un azzeramento totale della loro memoria e ad una sorta di “riprogrammazione” mentale, che non si riveleranno prive di conseguenze. I soldati preposti a portare gli umani nei nuovi siti e a sorvegliare lo svolgersi delle loro esistenze, affinché non ci siano brutte sorprese, sono a loro volta manipolati e convinti di agire a fin di bene, anche se non tutti nella stessa misura. Tra loro spicca la figura di Nicole, una donna forte, ribelle, difficile, con un passato doloroso e ingombrante, che non riesce a ricordare del tutto e che condiziona pesantemente la sua vita e le sue scelte. La storia e l’evoluzione psichica ed emotiva di questa donna è talmente affascinante, interessante e complessa, da meritare da sola la lettura dell’intero libro. Il suo mentore, Bad, si rivelerà un’altra figura centrale e fondamentale della storia, assieme al buon Jamal, ex soldato “crionizzato” e carismatico, dotato di poteri fuori dall’ordinario e con un passato segreto destinato a cambiare le sorti di diverse persone. Il pianeta Agena, gemello della Terra, sarà teatro di vicessitudini appassionanti e imperdibili. Un rincorrersi di emozioni e colpi di scena che lasciano il lettore tramortito e senza fiato. Le due scrittrici sono maestre di suspence e questa loro opera è, senza ombra di dubbio, un piccolo capolavoro. Bravissime!

VALENTINA IMPERIU

 

Ci sono tre realtà con cui fare i conti in questo momento. La Prima realtà è Agena. Un pianeta che potrebbe essere considerato il gemello della Terra. Alcuni umani sono stati inviati qui per avviare una nuova civiltà, la guerra ha martoriato il nostro pianeta d’origine e questo gruppo rappresenta la nuova speranza, il nuovo inizio. C’è un prezzo per questa nuova vita: nessuno di loro ricorda nulla del proprio passato. Questi eletti riportati ad uno stato di inconsapevolezza “controllata” e il loro compito è imparare di nuovo a vivere, in un ambiente privo di qualsiasi cosa sia diventata una comodità sulla Terra. Sono stati scelti perché erano i migliori, quindi con ampie capacità di riuscire nell’adattamento e nella creazione di una comunità prospera. La seconda realtà è Promessa, la nave stellare su cui vive una parte dell’umanità, a sorveglianza del progetto Agena. Osservano gli esseri umani, dandogli e appellandosi a loro con dei numeri, esattamente come si farebbe con delle cavie da laboratorio. Per le persone ospitate sulla nave, la vita scorre normalmente, con l’unico problema di non poter uscire ed essere confinati lì. La loro realtà è organizzata come una piccola città. Le zone della navicella sono i quartieri, ed ognuno dei suoi abitanti conduce la sua esistenza in assoluta normalità. Sembra strano, ma quante volte l’umanità si ergerà a promotrice di rinascita usando numeri e cavie? La terza e ultima è proprio la terra. Occupa un ruolo marginale in questo primo libro. Non abbiamo molti dettagli per immaginare cosa sia accaduto in realtà, ma sembra ci sia stata una guerra che ha strappato ulteriormente quello che, ormai, era solo il brandello dell’umanità dei suoi abitanti. In questo quadro, vivono coloro che interagiscono all’interno di queste soggettività diverse ma vicine. Non molto è cambiato l’animo umano, nonostante si pretenda di mascherarsi dietro al dito delle buone intenzioni. Voler riportare l’umanità ad uno stato di bontà e assenza di sentimenti, che sono in parte causa, della perdita della loro casa è un intento giusto e nobile, ma quanto c’è di vero? Certo, la creazione di un nuovo essere umano che non sia più assestato di gloria, avarizia ed ingordigia è un’alta aspirazione, agognata dalle grandi menti del genere umano. Cosa si cela dietro a questa volontà padrona è, probabilmente sotto gli occhi di tutti, ma nessuno ne conosce l’essenza. Le parole sono solo suoni. Ci sono un mare di bugie sospese nell’aria, verità non espresse ma di una luminosità abbagliante. Siamo in una polveriera, tutto sta per prendere fuoco ed esplodere in una presa di coscienza che ci condurrà sull’orlo di uno scontro sobillato da ricatti morali e costrizioni psicologiche. La trama fa da cornice alle vite dei personaggi. Alcuni di loro hanno tragici passati, devono imparare di nuovo a guardarsi allo specchio e perdonarsi, altri hanno “solo” bisogno di ricominciare a vivere. Tutto è esattamente come sembra, bisogna solo avere il coraggio di ammetterlo, riconoscere il mostro e chiamarlo con il proprio nome, forse solo allora l’uomo smetterà di generare tutto questo caos. Un passo a due di Annalisa Caravante e di Moka per questo libro dal nome evocativo ma misterioso come il santo Grall: Il Chrismon e gli angeli caduti. Un’opera dalla trama affatto facile ma accompagnata da una narrazione leggera come piuma ed evocatrice di una società sull’orlo dello sfacelo.

ALTEA ALARYSSA GARDINI

Style Selector

Colors

Layout Style

Patterns for Boxed Version

Images for Boxed Version