Storia di un sogno

Lei gli urlò

“vuoi vedermi morire? Ti accontento!”

E tuffandosi dal trampolino

L’agghiacciante naturalezza,

Con cui ella si trasformò in una goccia di mare,

percosse le vene di lui.

Nessuno ascoltò l’urlo disumano,

Se non le pareti del corpo d’uomo,

Dove rimbalzò come un palla di cannone

e fece vibrare la sua pelle e le ossa,

Le sue gambe zoppe lo spinsero

ad affacciarsi sul bordo della vasca

che conteneva il mare.

Lei non riemerse.

Lui si gettò,

come uno sparo di fucile

Infranse la superficie.

Quell’amore segreto

rimase impresso

nella memoria dell’acqua.

MOKA © tutti i diritti riservati ai diretti proprietari

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

    you may like this post

    Style Selector

    Colors

    Layout Style

    Patterns for Boxed Version

    Images for Boxed Version